Il tuo ordine

OFFERTA: sconto del 10 % sui Pass Interrail fino al 3 gennaio. Per queste festività, proteggi l'ambiente. Acquista ora →

:
:
:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Itinerario gastronomico dell'Italia

 

L'Italia si fa amare per molte cose. Che tu voglia visitarla per la storia dell'antica Roma, perché ami la moda o le sue incantevoli località costiere, ogni tour dell'Italia diventa un itinerario gastronomico. Se invece il tuo obiettivo è proprio il cibo, devi assolutamente seguire i nostri consigli!

L'itinerario in breve

 

Fai clic qui o sulla mappa per visualizzare questo percorso nel nostro pianificatore di viaggio.

Città visitate in questo viaggio:

 

Per questo itinerario consigliamo:

  • Pass Interrail: Pass Italia
  • Giorni di viaggio: 6 giorni in 1 mese
risotto

Milano

 

Importante snodo ferroviario che collega l'Italia al resto dell'Europa, Milano è anche la città delle case di moda italiane più famose in tutto il mondo. Tra le attrazioni da non perdere, ci sono senz'altro il Duomo e l'Ultima cena di Leonardo Da Vinci. Chi ama la buona tavola, però, ha altre ragioni per visitare questa città.

 

Cosa mangiare: risotto alla milanese. Ne esistono molte varianti, ma si può dire che il risotto alla milanese è il più rappresentativo tra i risotti dell'Italia settentrionale. Il suo colore giallo si ottiene dall'aggiunta graduale di zafferano durante la cottura e viene servito come primo piatto o insieme all'ossobuco, un'altra prelibatezza milanese a base di stinco di vitello brasato.

 

Consiglio degli abitanti del posto: se è ancora troppo presto per cenare, puoi ingannare l'attesa optando per un aperitivo. L'happy hour milanese prevede una serie di snack serviti insieme al drink che ordini: negroni, spritz o qualunque altro cocktail che stuzzichi l'appetito. Di solito queste bevande contengono diverse combinazioni di vermut o liquori italiani dolci o amari.

Se vuoi aggiungere l'Italia al tuo Itinerario gastronomico definitivo, puoi arrivare a Milano da Lione.
tagliatelle

Emilia-Romagna

 

Nonostante questa regione sia la patria di alcune delle automobili italiane più veloci, come Lamborghini e Ferrari, l'infinita varietà culinaria che la rende forse il centro gastronomico del paese impone di visitarla con la massima calma.

 

Cosa mangiare: tutto. Fare una selezione delle specialità da gustare in Emilia-Romagna è come scegliere tra le meraviglie del mondo. È uno di quei posti in cui vai sempre sul sicuro, a prescindere da ciò che mangi. Detto questo, le specialità più famose di questa regione sono le tagliatelle al ragù bolognesi, la mortadella, il Parmigiano e il prosciutto di Parma e i tortellini e l'aceto balsamico di Modena.

 

L'Emilia-Romagna è anche un'importante produttrice di vini e il lambrusco, un vino rosso leggermente frizzante, rappresenta la scelta più ovvia nella maggior parte dei ristoranti.

 

Consiglio degli abitanti del posto: le specialità di questa regione vengono preparate usando ricette e tecniche uniche, spesso risalenti a diversi secoli fa. I produttori di tutta la regione propongono tour delle proprie strutture che permettono ai visitatori di scoprire la storia dietro a ogni alimento. Si tratta di un ottimo modo per sostenere i piccoli produttori locali e imparare come vengono realizzate le loro specialità.

bistecca

Firenze

 

Sono molte le attrazioni offerte dal capoluogo toscano: arte rinascimentale, letteratura, moda, meraviglie architettoniche dietro ogni angolo... e l'elenco potrebbe continuare all'infinito. Se tante menti brillanti ne hanno fatto il proprio terreno di scontro nei secoli, dovrà esserci per forza del buon cibo. Firenze, in questo senso, non delude mai.

 

Cosa mangiare: bistecca alla fiorentina. Non puoi definirti un amante della bistecca se non hai mai sentito parlare della bistecca alla fiorentina. Questa specialità con il caratteristico osso a forma di T viene ottenuta da bovini di razza chianina e di solito pesa più di un chilo. È condita in modo molto semplice, grigliata ad alte temperature e servita dallo chef molto spesso quasi cruda. Per andare sul sicuro, abbinala a un Chianti classico.

 

Consigli degli abitanti del posto: a Firenze c'è un cibo di strada speciale e riservato ai "forti di stomaco", il lampredotto. Si tratta di un panino morbido farcito con fettine sottili di trippa e accompagnato con una salsa. Per un'esperienza davvero autentica, chiedi al lampredottaio di immergere il pane nel brodo.

 

La cucina fiorentina ruota sicuramente intorno alla carne, ma Firenze riesce a solleticare anche i palati dei vegetariani, che apprezzeranno le fantastiche tagliatelle al tartufo e funghi porcini o la ribollita, una zuppa a base di pane e verdure.

pizza

Napoli

 

Capoluogo della Campania, Napoli è la città ideale sia per chi vuole visitare il Vesuvio, sia per gli amanti della mozzarella. Chi preferisce l'avventura, può sfruttarne la vicinanza a Pompei, Sorrento e l'isola di Capri, mentre i buongustai ne apprezzeranno senz'altro le specialità.

 

Cosa mangiare: pizza. Se un cibo è apprezzato in tutto il mondo, non c'è cosa migliore che gustarlo nel posto da cui proviene. Per questo Napoli è la meta ideale di chi ama la vera pizza, che qui deve sottostare a una serie di rigide normative locali in termini di ingredienti e processi di produzione. La crosta sottile della pizza napoletana permette di aggiungere solo pochi ma fantastici ingredienti locali: pomodoro, mozzarella, basilico e olio extra vergine d'oliva.

 

Concludi il tuo pasto a Napoli con un buon limoncello, un liquore a base di limoni che fa da digestivo

 

Consigli degli abitanti del posto: Napoli è una città fantastica anche per gli amanti del caffè, che qui alcuni dicono essere il migliore d'Italia. Se sei goloso, ordina il caffè con la cremina, una miscela cremosa di zucchero e caffè.

arancini

Sicilia

 

La prossima tappa sulla nostra lista è la Sicilia. Quest'isola vanta influenze culinarie da tutto il Mediterraneo e la sua tradizione si basa su prodotti freschi e locali.

 

Cosa mangiare: arancini. Se è vero che queste palline di riso ripiene provengono dalla tradizione araba, la versione attuale degli arancini è tutta siciliana. Il ripieno può essere costituito da carne, verdure, formaggi o sughi. Una volta assemblate, le palline vengono impanate e fritte fino ad assomigliare a piccole arance, da lì il nome arancini.

 

Consigli degli abitanti del posto: in Sicilia il pesce fresco non manca mai e in tutta l'isola si possono gustare semplici ma deliziosi piatti a base di pesce in alternativa ai più pesanti arancini. La pasta con le sarde, ad esempio, è una specialità molto diffusa.

 

Quando l'afa si fa sentire, rinfrescati con una granita, preparata con ghiaccio tritato, zucchero e frutta. A volte la frutta viene sostituita con caffè, pistacchio o altri sapori deliziosi.

carbonara

Roma

 

Nella nostra carrellata di mete gastronomiche, non poteva certo mancare la Città Eterna. Anche se a Roma puoi trovare specialità provenienti da tutto il paese, prendi esempio dagli abitanti del posto e mangia come loro. 

 

Cosa mangiare: pasta alla carbonara. Specialità caratteristica del Lazio, viene preparata con uova, pecorino e guanciale rosolato in padella. I tipi di pasta usati possono variare di ristorante in ristorante, ma un sugo corposo come quello della carbonara richiede una pasta spessa e ruvida. Se il piatto ti attira ma preferisci evitare la carne, opta per una cacio e pepe con il pecorino romano: un'alternativa perfetta e altrettanto gustosa.

 

Consiglio degli abitanti del posto: comincia la giornata facendo colazione con un maritozzo, un panino dolce ripieno di panna montata. Un inizio perfetto per una giornata dedicata ad assaggiare le prelibatezze romane.

pesto

Genova

 

Risalendo la costa occidentale dell'Italia, incontrerai un'infinità di affascinanti paesini liguri, come i villaggi delle Cinque Terre, una meta obbligata dove scattare la foto perfetta da una delle frastagliate scogliere che si affacciano sul Mediterraneo. Tutta questa attività, poi, ti farà venire fame e sarai pronto per una bella cena a Genova.

 

Cosa mangiare: pesto alla genovese. Specialità tipica della cucina italiana, il pesto alla genovese è decisamente più leggero rispetto agli altri piatti della lista. Solitamente impiegato come sugo per la pasta, è un mix fresco e fragrante di basilico, pinoli, aglio, parmigiano e olio d'oliva. La bellezza sta anche nelle cose più semplici ed è per questo che il pesto alla genovese è così apprezzato.

 

Consiglio degli abitanti del posto: trovandosi sulla costa, Genova può offrire un'ampia varietà di ottimi piatti di mare, come zuppe, stufati e insalate con pesce fresco. Inoltre, è la patria della focaccia, una specialità davvero imperdibile.

Se vuoi aggiungere l'Italia al tuo Itinerario gastronomico definitivo, puoi arrivare a Nizza da Genova.

Inizia a sognare le tue avventure gastronomiche

 

Per scoprire tutti i segreti culinari d'Europa non basta una vita, per cui qualsiasi momento è quello giusto per iniziare a sognare. Dai un'occhiata al nostro Itinerario gastronomico definitivo, un'ottima guida alla scoperta delle prelibatezze da non perdere. Come dicono in Italia, Buon appetito!